Formazione finanziata

L'istruzione e la formazione sono le armi più potenti che si possono utilizzare per cambiare il mondo. (Nelson Mandela)

Formazione finanziata

La formazione finanziata rappresenta il core business della nostra società.

Svolgiamo un vero e proprio ruolo di service per le nostre aziende, supportandole a 360° in tutte le fasi: dalla scelta del Fondo a cui aderire fino alla rendicontazione di piani formativi finanziati.

 

Quali sono i servizi che offre la Ri.Cre.S alle proprie aziende?

Nell’ambito della formazione finanziata ci occupiamo di:

  • offrire servizi di consulenza per la valutazione e la scelta dei Fondi Interprofessionali a cui aderire;
  • definire i fabbisogni formativi aziendali;
  • Individuare gli strumenti didattici e le metodologie formative più efficaci;
  • Ottenere gli Accordi tra le Parti Sociali;
  • Redigere il piano formativo in linea con gli avvisi pubblici selezionati;
  • Fare recruitment dei formatori in linea con le esigenze aziendali;
  • Gestire il piano e rendicontarlo.

 

Che tipo di finanziamenti vengono utilizzati per la formazione finanziata?

I finanziamenti utilizzati vengono erogati principalmente dai Fondi Paritetici
Interprofessionali. I Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali per la formazione continua sono organismi di natura associativa promossi dalle organizzazioni sindacali e finalizzati alla promozione di attività di formazione a favore dei lavoratori delle imprese ad essi aderenti. Condizione indispensabile per poter usufruire delle risorse messe a disposizione da un Fondo interprofessionale è essere iscritto ad esso. Iscrivendosi a un Fondo Interprofessionale, l’azienda potrà destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) alla formazione dei propri dipendenti.

 

Chi può aderire?

  • Datori di lavoro che versano i contributi contro la disoccupazione involontaria e che applicano integralmente i contratti collettivi di riferimento.
  • In caso di gruppi di imprese, la Società capogruppo, esclusivamente per i propri lavoratori e lavoratrici, per quelli del gruppo ovvero una delle società costituenti il gruppo.
  • Consorzi di imprese costituiti ai sensi dell’art. 2602 del codice civile, per i propri lavoratori e lavoratrici o per quelli delle aziende consorziate.
  • Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) o Associazioni Temporanee di Scopo (ATS).
  • Possono essere destinatari della formazione i dipendenti di imprese in regola con i versamenti contributivi, anche se non ci sono limitazioni alla presenza in aula di uditori (ad es. altri collaboratori aziendali).

 

Perché aderire?

SEMPLICITÀ

Aderire a un Fondo Interprofessionale è molto semplice e non comporta alcun onere aggiuntivo per l’azienda. Iscriversi a un Fondo permetterà all’azienda di beneficiare di risorse per offrire ai propri dipendenti azioni formative gratuite in risposta ai propri fabbisogni.

VANTAGGI

Aderire a un Fondo comporta numerosi vantaggi, tra cui:

  • Accrescere la competitività dell’impresa;
  • Partecipare attivamente ad iniziative formative adeguate ai bisogni e alla realtà dimensionale dell’impresa;
  • Soddisfare le proprie esigenze formative;
  • Consolidare la capacità dell’azienda di trovare nuovi sbocchi nel mercato
    grazie all’aumento di know‐how conseguente alla valorizzazione professionale dei dipendenti;
  • Assicurare formazione gratuita all’impresa.

 

Quali sono i fondi con cui opera prevalentemente Ri.Cre.S?

I Fondi interprofessionali in cui operiamo maggiormente sono: